Alberto Forchielli a Radio24

Questa mattina in collegamento con il grande Alessandro Milan a Uno, nessuno, 100Milan – Radio 24 per qualche commento sulla situazione economica italiana 🇮🇹, se non mi avete sentito vi lascio qui una sintesi e il link al Podcast 👋😃👇
 
✔️Bisogna scindere Forchielli economico da Forchielli politico, il Forchielli economico è governativo, perchè con questo Governo so che mangiamo il panettone, ossia so che si fa la finanziaria e che arriviamo tranquilli al prossimo anno poi si vedrà cosa succede, mentre con il Salvini il tasso di aggressività e litigiosità esagerato che creava grosse turbolenze a livello europeo e di mercati, ad un certo punto bisogna respirare guardare avanti e occuparsi delle imprese. Abbiamo incassato più tassi di quello che pensavamo di incassare, abbiamo speso meno soldi di quelli previsti, i tassi sono in discesa e questo aiuta enormemente la sostenibilità del nostro debito, per cui riusciamo a fare una finanziaria senza aumentare l’IVA con un filo di gas, io questo non lo baratto con tutta quella agitazione, per quanto io abbia alcune simpatia: sono abbastanza rigido su immigrazione, e pro su sicurezza, ma per mantenere il consenso teneva troppo il paese sulla corda
✔️Non credo che ci sarà aumento IVA perchè faranno di tutto per facilitarci in sede di approvazione della finanziaria, prima di tutto perchè i problemi sono altri: Brexit, Argentina, scontro politica/Banche Centrali, quindi il problema Italia non lo vuole nessuno; secondo, con i tassi scesi aumenta la sostenibilità del debito e per finire Salvini ha rotto il cazzo a tutti: agli europei, Merkel e Macron, gli ha picchiato contro, agli americani con questa storia dei soldi russi, poi si è reso inaffidabile con i russi perche è andato a prostrarsi di fronte agli americani… gli unici eventuali alleati che potrebbe avere in EU sono fortemente anti Russia, insomma Salvini è riuscito nell’impresa incredibile di mettersi conto tutto il mondo occidentale e in parte orientale
✔️Governo voluto dai poteri forti? Forse si, ma se poi i poteri forti coincidono con la stabilita finanziaria ed economica… io in questo momento voglio un po’ di stabilita, con Salvini ogni 3×2 ricevevo una chiamata dagli investitori per sapere se il paese saltava, e poi voglio stabilità anche per i miei dipendenti, il Forchielli economico prevale assolutamente. Poi se devo dirti cosa pensa il Forchielli politico ti dico che su questo Governo ci vomito, è un Governo inesistente che non combinerò un caz, ci traghetta fino al prossimo anno poi sicuramente si spacca tutto in mille pezzi. Diciamo che questa più che stabilita è minore instabilità, ormai in Italia si vive cosi, in ogni caso abituati all’agitazione permanente adesso avremo 5/6 mesi di scaramuccia domestiche, ma nessun tema internazionale, dobbiamo accontentarci
✔️Sulla votazione del patto M5S/PD sulla piattaforma Rousseau staremo a vedere, questa votazione non la capisco, non si capisce in quanti votano… Non è che io sia innamorato di questo partito con il padre padrone anti trivella, anti inceneritore, anti tav; bloccano tutto, sono dei poveracci, attaccatati alla poltrona, con slogan vecchi. Ho sentito Grillo dire che c’è un nuovo paradigma, che cambierà la struttura industriale del mondo, energie alternative ecc… Grillo ha ragione ma gli manca un gran pezzo e cioè che gli unici paesi che potranno partecipare a questo grande trasformazione industriale ed economica del mondo sono i paesi che hanno le grandi imprese, i fondi per la ricerca e le risorse, noi non abbiamo grandi imprese, non abbiamo i fondi per la ricerca e i migliori ricercatori sono andati via, quindi è vero che ci sarà questo grande paradigma, ma noi staremo a guardare, non saremo parte degli interpreti. A lui manca la variante economica; è un poeta, ma gli manca sempre la variante dei soldi
✔️Sulla patrimoniale? Se ci fosse un patto in cui si fanno pensioni, lavoro e patrimoniale io ci starei e firmerei ad occhi chiusi, facciamo le riforme e le classi più ricche pagano, io ci sto! Una patrimoniale senza riforme sono soldi buttati, riforme senza patrimoniale sono parole al vento perchè non le faremo mai, ma il grande patto io lo farei. Il mondo adora l’Italia, e basterebbe niente per invertire il ciclo.