Alberto Forchielli a TG Zero su Radio Capital

Alberto Forchielli, intervistato da Edoardo Buffoni a TG Zero su Radio Capital, commenta la recessione in Italia

Buonasera Forchielli, dove si trova?

✔️Sono a Roma

A Roma, dunque sta vivendo nel pieno la capitale di un paese in recessione? Era prevista questa cosa, però insomma è brutta è…

✔️Si è cosi, il ciclo economico è stato molto lungo questa volta perciò una recessione doveva arrivare, non crediamo sarà tragica perchè non prevediamo crisi finanziarie, ma cè tutta, ossia nei nostri budget abbiamo prevista una crescita molto piatta in Italia, ma moderata anche all’estero, siamo ben preparati.

Si, un po’ tutti rallentano, anche la Germania, però noi facciamo comunque sempre un po’ peggio degli altri

✔️Perchè abbiamo molto debito, quindi siamo tirati conte spese, domanda fiacca le imprese italiane non sono particolarmente forti, non sono nei settori innovativi, poi come esportazioni siamo molto focalizzati sull’Europa e non siamo molto esposti sull’Asia che cresce di più, e poi abbiamo il fardello delle spese pubbliche quindi le imprese del nord sono anche dinamiche, ma si devono tirare dietro un autotreno che non finisce più, quindi si siamo sempre un po’ i cugini cretini dell’Europa.

Di Maio oggi ha detto “Non è un caso che uno dei problemi sia la produzione industriale che è stata resa dipendente dalle esportazioni distruggendo la domanda interna”. Condivide?

✔️No, ma questa è una roba che non si commenta, è raccapricciante, non riesco neanche a decodificarlo, è una roba di uno che si è fatto degli allucinogeni, è una cosa pazzesca. Sa cos’è che questi ragazzi non leggono, non si informano, secondo me passano tutto il tempo su YouPorn, non vede che occhiaie che hanno? Sono incommentabili.

Di Maio ha anche detto “Vogliamo ricominciare dagli italiani e dalle fasce in difficoltà, così aumenterà la domanda interna con il reddito di cittadinanza”…

✔️Si il problema, la domanda interna lei spinge la domanda interna fa un buco della madonna nella bilancia dei pagamenti perchè poi la gente compra telefonini o roba importata e poi abbiamo dei deficit della madonna per cui alla fine sale il costo del debito. Guardi il paese ha bisogno esattamente del contrario, il paese bisogno di investimenti e investimenti.

E chi li deve fare questi investimenti?

✔️Le imprese, però se le ammazzi con il costo del debito, se non gli dai le agevolazioni… Questo paese non si tira fuori con i consumi, si tira fuori con gli investimenti, e qui si sta facendo proprio il contrario, bloccano gli investimenti pubblici, penalizzano le imprese, ma senta ma che facciano tanto poi si arriva la capolinea in fretta.

Addirittura. Non reggono?

✔️Ma no, poi alla fine la gente si accorgerà che l’economia non funziona, non è che si può continuare a dare la colpa alla Germania, a dare la colpa a quelli di prima, non sta in piedi sta roba qui.

Senta qualche giorno fa ha detto addirittura che sono delle “Scimmie al Volante”…

✔️Beh mi hanno chiesto una valutazione e in estrema sintesi mi è venuto questo flash qui, capito? Delle robe da ubriachi quasi, quell’affermazione di prima che Lei mi ha detto “perchè siamo orientati sulla domanda esterna…”, no, per fortuna che c’è la domanda esterna che tiene, e siamo un paese fortemente esportatore, ma questa è la storia dell’Italia, l’Italia da sempre deve esportare perchè deve importare tutto, dobbiamo importare il petrolio, il gas, tutto; per cui è un paese che vive esportando, il boom economico dell’Italia si è costruito sulle esportazioni, adesso cosa facciamo la roba sulla domanda interna? E poi chi le paga le bollette del gas, del petrolio? Sono robe dell’altro mondo guardi.

Loro dicono che con il reddito di cittadinanza danno soldi a 5000000 di persone povere…

✔️Si fan benissimo, ma quella roba lì non aiuta l’economia, sono fantasie.

Ora però ci sono i posti di lavoro dei Navigator, questi che dovranno aiutare la gente a trovare lavoro con il reddito di cittadinanza

✔️Non so, non so molto dentro alla questione, però per aiutare la gente a trovare lavoro ci vuole della gente molto molto brava, e io non credo che queste professionalità siano disponibili in misura così elevata, poi il settore pubblico ammazza chiunque, uno entra bravo ed esce rimbecillito, fra la burocrazia e compagnia… Non ci credo molto a questa roba dei navigator, basterebbe una cosa fatta bene su internet, non credo ad un iniezione massiccia di 10.000 persona che aiutano gli altri a trovare lavoro dai. Quei navigator sono miracolati che altrimenti sarebbero stati disoccupati, il problema in Italia è che c’è un enorme richiesta di professionalità tecniche che non viene evasa, si chiama “skill mismatch”, ed è una cosa comune in tutto il mondo,  la tecnologia cresce e genera richieste di particolari abilità e capacità e la forza lavoro non tiene dietro, c’è poco da fare, non è una questione di andare a trovare una roba come andare a cercare un orecchino che uno ha perso capito? Vuole dire avere gente in grado di soddisfare la domanda delle imprese, ci sono centinaia e migliaia di posti di lavoro che le imprese non riescono a coprire, ma non è che un navigator…

Quindi Forchielli vuole dire che noi dovremmo investire un sacco anche per creare altre figure professionalmente avanzate no?

✔️Ma assolutamente, guardi se in questo Paese i ragazzi studiassero le cose, il Paese si tirerebbe fuori dalla crisi senza decreti, i decreti non servono.

Qui sta dando la colpa a quelli che studiano scienze politiche, scienze della comunicazione…

✔️Ma non è una colpa, ci deve essere una cultura, un orientamento, ci deve essere un modus operandi, bisogna spiegare alla gente, ma questi dicono delle corbellerie assolute. Bisogna spiegare alla gente, spiegare come e dove va il Mondo, come ci si posiziona, come bisogna prepararsi, come bisogna riformarsi per evitare di restare disoccupati, a studiare le cose giuste il lavoro si trova.

Però abbiamo sempre questa roba del debito che ci sta addosso come una montagna…

✔️Si però il debito si ripaga solo con lo sviluppo, si risolve solo crescendo e per crescere bisogna investire e bisogna lavorare, basta non c’è altro.

Senta lei che ha un occhio anche sulla Cina, la Cina sta rallentando e cresce solo del 6%?

✔️No, la Cina cresce molto meno del 6, secondo me quest’anno siamo intorno all’1,5%/2% non di più, i numeri sono tutti taroccati, è una vita che il mondo dice che sono taroccati.

Ma questa cosa che la Cina rallenta è una iattura per noi?

✔️Direttamente no, perchè le nostre esportazioni dirette in Cina saranno il 2%, certo che la Cina è un paese molto interponesse, probabilmente importa qualche trilione, quindi importa dal Sudamerica, dall’africa, dall’Asia, quindi tira l’economia del mondo e quindi si, indirettamente ci fa male, non è una botta diretta. Non è tragico, il problema nostro non è la Cina.

Molti dicono che un problema nostro è anche la Germania che non fa investimenti interni e continua ad esportare un sacco, e quindi rallenta un po’ tutto questo, questa è una accusa alla Germania che ci sta o no?

✔️Qui hanno ragione, la Germania fa il pareggio di bilancio, se facesse 2% di deficit su un economia da 3trilioni, sarebbero 60miliardi di euro, si sentirebbero in Europa, oltretutto fan schifo le infrastrutture in Germania quindi ce ne sarebbe anche bisogno.

Della riforma Quota100 cosa ne pensa?

✔️Penso male, perchè in un paese vecchio che invecchia la gente dovrebbe lavorare di più invece che lavorare di meno, l’ho già detto.

Senta un ascoltatore ci chiede di chiederLe quali sono le cose giuste da studiare, lei  ci ha scritto anche dei libri su questo…

✔️Informatica, Ingegneria meccanica, perito tecnico, operatore di robot, di macchine automatiche, scuole infermieristiche; ossia o cose complicate alte, però scientifiche, con molta matematica, se no professioni come l’infermiere o il terapista.

Siamo anche a corto di medici…

✔️Come no, è un problema mondiale questo, la medicina è sicuramente un campo che va, in Cina ci sono colonie di medici italiani.

Senta Forchielli, in questo senso l’immigrazione ci può servire o no?

✔️Si ma non questa, a noi purtroppo ci tocca l’immigrazione più sfigata, la meno educata che ci sia e la più difficile da integrare, per esempio in America, dove c’è quel flusso di latini sono facilmente più integrabili.

Poi un America arrivano tutti gli indiani e i cinesi, che ad esempio sono molto bravi in matematica, molto avanzati. Noi questa immigrazione non ce l’abbiamo, non attraiamo perchè le Università non attraggono?

✔️Ma no, più che altro siamo un paese statico, prima di venire in Italia uno va in Canada, va in Australia, va in Germania, in Italia le tasse sono alte e gli stipendi sono bassissimi, l’Italia ormai è un paese a basso costo, la gente costa niente, siamo quasi a livello del terzo mondo.

Ma infatti, prima parlavamo del caso di un gestore di un bar a Bari che ha messo un annuncio perchè cerca una barista per 14 ore al giorno per 6 giorni a settimana a 1000 euro al mese…

✔️Ma neanche in Cina, capito? Neanche in Cina.

Perchè noi siamo messi così?

✔️E’ lunga la storia… perchè il paese si è impoverito, l’industria si è impoverita, non siamo nei settori che tirano, non siamo nei settori moderni, c’è un eccesso di spesa pubblica, corruzione, aziende piccole… Guardi non si finisce più, è una filastrocca, che poi sono gli stessi problemi da 50 anni, se vuole le mando un Whatsapp e glieli elenco tutti.

Ascoltala in cuffia nel mio canale Podcast 🎧👉 http://www.podcastgarden.com/episode/alberto-forchielli-a-radio-capital_140407